Le Vibrisse

Cosa sono le VIBRISSE?

Le vibrisse sono peli tattili, veri e propri organi di senso.

vibrisse del gattoCi rivolgiamo ai nostri amici gatti appellandoli baffuti, proprio perché appena spuntano, la prima cosa che si vede da dietro l’angolo sono i baffi.

Le vibrisse sono i suoi baffi. Il felino ha, tuttavia, questi peli tattili, oltre che posti sul labbro superiore, sul mento, sulle gote, vicino agli occhi e nella parte posteriore delle zampette anteriori.

Le vibrisse si sviluppano già in fase gestazionale, quindi ben prima di nascere.

Le vibrisse dense di cellule nervose e di conseguenza si considerano degli parti del corpo sensibili ed primarie per la sopravvivenza del nostro gatto: svolgono una funzione di avvertimento preventivo degli oggetti e degli ostacoli che sta per incontrare, avvertendoli di potenziali pericoli ed aiutandoli nell’evitarli, prima ancora di averli raggiunti o toccati.

Le vibrisse formano una specie di barriera sensibile sulla testa del gatto aiutandolo a proteggerla. Lo stesso accade per ogni altro organo o arto che è circondato da questa barriera, evitando ad esempio a misurare un cunicolo o pertugio dove si appresta ad infilarsi od il camminare e muoversi al buio, grazie alle vibrisse poste sulle guance, o evitare di essere accecato da un sasso o da altri gatti nel caso delle vibrisse poste vicino agli occhi.

Non da ultimo è l’utilizzo delle Vibrisse per avvertire spostamenti d’aria, che lo allertano su quello che sta accadendo intorno a lui, nell’ambiente o stanza in cui si trova.

Le Vibrisse sono anche un indicatore dello stato d’animo e di salute del gatto. Nel caso stia male, le vibrisse tenderanno ad indebolirsi, cadendo. Nel caso sia tranquillo e rilassato le orienterà in avanti, lasciandoci intendere di volersi avvicinare. Le vibrisse orientate all’indietro, come quando mangia ad esempio, indicano la volontà di non voler essere avvicinato, di essere spaventato od innervosito.

Le vibrisse, come i peli, cadono per poi rigenerarsi. Si tratta di un ciclo naturale. Evitate di preoccuparvi se le intravedete in giro per casa.

Per questi motivi, e non solo, non si devono mai tagliare le Vibrisse ad un gatto. La loro perdita o taglio provocherebbe danni seri al suo equilibrio e senso di orientamento. La reazione immediata sarebbe un atteggiamento dimesso, impaurito e dei movimenti diversi dal solito, dovuti per lo più al non riuscire più a percepire ciò che lo circonda nel modo in cui riusciva a farlo prima di perdere le Vibrisse